Formazione - Politica - Stato

Congresso della Società svizzera di ricerca in educazione (SSRE) e della Società svizzera per la formazione degli insegnanti (SSFI) 2018

Da mercoledì 27 giugno a venerdì 29 giugno 2018 all’Università di Zurigo

 

Negli ultimi 25 anni tutti i settori formativi sono stati toccati da processi di riforma: l’istruzione prescolare, la scuola obbligatoria, le classi ridotte e speciali, la formazione professionale, il settore medio superiore, le scuole universitarie e la formazione continua – per citare solo i settori più importanti. In questo periodo le esigenze e le aspettative legate alla formazione sono cambiate in modo sostanziale. Sono inoltre stati istituiti nuovi strumenti e organi di governance e, nel contesto dell’accresciuta apertura internazionale, si è riconfigurata la relazione fra Stato federale, cantoni e comuni nell’ambito formativo. Diverse di queste riforme hanno però anche incontrato resistenze da parte dell’opinione pubblica.

In relazione a questi sviluppi il Congresso della Società svizzera di ricerca in educazione e della Società svizzera per la formazione degli insegnanti 2018, che si terrà a Zurigo, si propone di offrire un bilancio critico della relazione fra formazione e politica e, rispettivamente, fra formazione e Stato attraverso la presentazione e la discussione dei risultati della ricerca in questo ambito. Punto di partenza per questo orientamento tematico è, non da ultimo, l’incremento dell’attenzione riservata alle questioni inerenti alla politica formativa nell’opinione pubblica.

Le trasformazioni delle relazioni fra formazione e politica e rispettivamente fra formazione e Stato saranno tematizzate in tre riflessioni tematiche. In primo luogo si tratteranno le questioni fondamentali riguardanti la relazione fra formazione, politica e Stato e la loro evoluzione da un punto di vista generale. In secondo luogo questo soggetto sarà declinato per particolari settori formativi, dall’istruzione prescolare fino all’istruzione superiore e universitaria. In terzo luogo si tematizzerà il lato “strumentale” della politica formativa, come le prassi amministrative legate all’istruzione, le dirigenze scolastiche e i consigli di supervisione, ma anche i cambiamenti riguardanti i processi di selezione, le pratiche di valutazione e le procedure di accreditamento.

 

Per ulteriori dettagli si veda il Call for Papers